Skip to main content
Anti-Fraud Knowledge Centre

Context and objective(s)

Il progetto RECORD (REducing COrruption Risks with Data) mira a ridurre il rischio di corruzione analizzando i processi di appalto pubblico a livello sia europeo che nazionale, e affrontando la spesa inefficiente dei fondi pubblici. Il RECORD è finanziato dall'Unione Europea e coordinato da cinque ONG con sede in quattro paesi europei: Ungheria, Polonia, Romania e Spagna.

I partner di progetto per il RECORD vantano di una cooperazione consolidata prima del progetto e si sono trovati ad affrontare problemi simili negli appalti pubblici. Attualmente non esiste un formato standard in cui pubblicare i dati sugli appalti. Ciò, unito alla mancanza di regole rigorose e dettagliate su ciò che deve essere pubblicato e in che modo, il formato e l'accessibilità dei dati sugli appalti pubblici varia notevolmente in Europa, portando a vari formati, modelli e lacune nei set di dati, e creando così barriere per l'analisi e il riutilizzo dei dati. Oltre a ciò, viene posta molta enfasi sugli appalti al di sopra della soglia, con indicazioni insufficienti su come ridurre i rischi di corruzione laddove la spesa è inferiore, in particolare a livello regionale e locale.

I partner hanno avuto l'idea di creare un progetto che analizzasse i dati sugli appalti pubblici in paesi che hanno diversi ambienti normativi, geografici e di frode.

Le attività del progetto includono la valutazione delle capacità istituzionali e della regolamentazione nazionale, al fine di sviluppare un kit di strumenti che possa essere utilizzato allo stesso modo dai responsabili politici, dalle organizzazioni della società civile e dai giornalisti per monitorare gli appalti e identificare i rischi di corruzione. Questo strumento di monitoraggio sarà reso disponibile per l'uso in altri Stati membri, fornendo ai membri UE uno strumento gratuito e open source per fornire misure legali e pratiche e sostegno per la lotta alla corruzione.

Il progetto svilupperà una serie di raccomandazioni per i responsabili politici e i legislatori nei governi locali e nazionali, e per l'UE sul quadro giuridico per gli appalti pubblici, la titolarità effettiva, l'accesso alle informazioni, il monitoraggio dei fondi UE e la protezione degli informatori.

 

 

Descrizione della pratica

L'obiettivo principale del progetto RECORD è fornire un'analisi dei dati affidabile e dettagliata dei database sugli appalti pubblici per indirizzare meglio il processo decisionale. Il principale gruppo di mercato per lo strumento non sono le autorità pubbliche in quanto tali, ma piuttosto le ONG, i ricercatori e i giornalisti d’inchiesta. L'obiettivo finale del progetto è indirizzare le modifiche alle legislazioni nazionali e alla Direttiva UE sugli appalti pubblici più efficienti e trasparenti.

Il progetto è implementato da quattro partner: Access Info Europe (Spagna), Civio (Spagna), ePaństwo Foundation (Polonia), Funky Citizens (Romania) e K-Monitor (Ungheria).

Le attività del progetto si concentrano su:

  • Analisi dei rischi di corruzione nelle procedure di appalto a livello locale in Ungheria, Polonia, Romania e Spagna;
  • Formazione di giornalisti e società civile su come monitorare gli appalti pubblici, utilizzare i dati per identificare i problemi e impegnarsi nel sostegno per affrontare tali problemi;
  • Sviluppo di uno strumento IT gratuito e open source che rileverà debolezze strutturali e modelli di comportamento che potrebbero facilitare la corruzione, consentendo ai governi locali, alla società civile e ai giornalisti di monitorare efficacemente le procedure di appalto;
  • Ricerca approfondita sugli standard internazionali sulla trasparenza degli appalti pubblici al fine di formulare raccomandazioni specifiche per l'UE e i legislatori nazionali su come aumentare la trasparenza e ridurre i rischi di corruzione;
  • Produzione di una serie di materiali di microapprendimento, progettati per aiutare i funzionari pubblici, i responsabili politici, i giornalisti e le organizzazioni della società civile ad acquisire una comprensione più approfondita su come identificare e combattere la corruzione negli appalti pubblici.

 

Procurements in Poland
Procurements in Poland

 

Fonte: www.tenders.guru

Lo strumento di analisi dei dati Tenders GURU (www.tenders.guru) sviluppato dal progetto consente all'utente di indagare su ulteriori livelli di informazioni e, più in profondità, sui casi di appalto e confrontarli tra i paesi.

Lo strumento di analisi dei dati è ancora in fase di sviluppo e dovrebbe essere completamente funzionante entro marzo 2021.

Si prevede che i dati esistenti sugli appalti pubblici saranno sistemati e strutturati, consentendo agli utenti di sfogliare diverse categorie di indicatori:

  1. Durata degli appalti pubblici: opzioni per navigare in base alla durata degli appalti pubblici, selezione di scadenze brevi, seguire i vincitori delle procedure più brevi, ecc.
  2. Numero di offerenti: filtra le procedure per numero di offerenti, settore o intervallo di tempo.
  3. Competitività delle offerte: filtra le procedure competitive e non competitive.
  4. Chi spende di più negli appalti pubblici: identifica le autorità che si aggiudicano o ricevono il maggior numero di gare d'appalto.

Lo strumento in quanto tale non produce segnali d’allarme, ma fornisce dati chiari e analisi delle procedure di appalto pubblico che potrebbero essere utilizzati per l'identificazione dei segnali d’allarme.

I dati forniti dal sito web consentono l'applicazione di molti indicatori di rischio, quali:

Procedura di appalto pubblico: suddivisione insolita dell'appalto, aggiudicazioni al di sotto della soglia, capitolati su misura, offerte scarse, mancanza di offerenti, bando di gara non pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, tipo di procedura, procedura annullata rilanciata successivamente, preavviso breve.

Offerenti: concorrente stabilito subito prima dell'appalto, azienda con un alto rapporto di contratti all'interno del settore/presso un'amministrazione aggiudicatrice, somiglianze commerciali, offerenti con stretti legami tra loro.

Valutazione delle offerte: criteri di valutazione diversi, membri BEC sotto pressione, controllo incrociato con dati su reclami, controversie, decisioni giudiziarie, offerta vincente scarsamente motivata, prezzi di offerta irragionevolmente alti per perdita di offerenti, esclusione di tutte le offerte tranne una.

Tendenze di approvvigionamento: discrepanze nella consegna, vincitori a turno, anomalie nelle offerte, aumento del valore del contratto.

Un ulteriore miglioramento dello strumento potrebbe includere il collegamento al registro delle imprese (a seconda della disponibilità e della qualità dei dati, ora possibile solo per la Polonia).

Caratteristiche uniche

La e-Panstwo Foundation cita diverse caratteristiche uniche dello strumento Tenders GURU:

  1. Correttezza dei dati. Rispetto ad altre iniziative simili, il Tenders GURU si basa su dati chiari a lettura ottica. Tali dati consentono filtri e analisi sicuri e affidabili, nonché un alto livello di complessità dei dati.
  2. Numero di filtri. Il Tenders GURU fornisce molte più opzioni di filtraggio rispetto ad altre iniziative simili grazie ai dati chiari e strutturati.
  3. Codice open source. Una volta finalizzato e testato lo strumento, il team del progetto lo fornirà gratuitamente come soluzione open source. Ciò può consentire alle autorità e alle ONG di altri paesi di utilizzare algoritmi e codici per i propri dati sugli appalti pubblici.

Esiti e risultati

  1. Il portale TENDERS GURU non raccoglie statistiche sugli utenti o su come i dati abbiano contribuito a rilevare casi fraudolenti.
  2. I dati raccolti dal portale hanno consentito di individuare irregolarità specifiche legate all'andamento degli appalti pubblici, modalità specifiche di appalto per paese o regione. Tuttavia, è necessario un ulteriore dialogo con la pubblica amministrazione per spiegare tali irregolarità nei dati.
  3. Il team del progetto ha osservato uno scarso interesse della pubblica amministrazione nell'utilizzo dello strumento. Inoltre, vi è un certo livello di riluttanza da parte delle pubbliche amministrazioni in alcuni paesi a utilizzare lo strumento e rilasciare maggiori informazioni sugli appalti pubblici.

 

I principali fattori del successo

 

  • Il team del progetto ha una chiara divisione di competenze e ruoli. L'attuale team include i seguenti profili di competenza:
    • Avvocato con una buona conoscenza della regolamentazione degli appalti pubblici e con buone capacità analitiche;
    • Giornalisti in grado di formare altri utenti su come utilizzare i dati sul portale Tenders GURU, ma anche come scrivere articoli d’inchiesta, sulla base dei dati forniti dal portale;
    • Programmatori IT che lavorano sul codice sorgente e sullo sviluppo di siti web. Per il progetto Tenders GURU, il team IT è interno e non esternalizzato;
    • Team di comunicazione incentrato sulla diffusione e la promozione dei risultati del progetto;
    • Amministrazione generale, team di gestione finanziaria.

Sfide incontrate e lezioni apprese

  • Durante il test dello strumento per chiarificare i dati sugli appalti pubblici, il team del progetto ha riscontrato diversi problemi tecnici in quattro paesi. Questi erano legati alla mancanza di coerenza nei codici CPV, a vari errori manuali durante l'immissione di dati numerici su chi spende e riceve i fondi.
  • Sulla base delle diverse realtà di raccolta e strutturazione dei dati in diversi paesi, il team del progetto ha dovuto modificare la raccolta dei dati e l'approccio alla loro chiarificazione in base al paese, al fine di cogliere le specifiche nazionali.
  • Il team del progetto osserva che i dati in sé non sono sufficienti per attività antifrode efficienti. Dovrebbero essere combinati con un efficace rafforzamento delle capacità. Ad esempio, durante la crisi COVID-19, la mancanza di appalti pubblici per appalti di emergenza può essere considerata fraudolenta ma è in linea con una regolamentazione specifica che potrebbe non essere nota a tutti gli utenti.
  • Le organizzazioni che vorrebbero introdurre strumenti simili al Tenders GURU dovrebbero avere una buona conoscenza dei dati e delle tecnologie disponibili. Tuttavia, bisognerebbe essere flessibili e pronti ad adattare il proprio approccio e la propria metodologia, poiché i problemi e la complessità inaspettata dei dati sono comuni.

Potenziale di trasferibilità

Esistono due condizioni principali per il successo della trasferibilità della pratica Tenders GURU ad altri paesi:

  1. Buona comprensione delle normative e delle leggi nazionali. Il contesto locale e nazionale può influenzare in modo significativo i dati sugli appalti pubblici, quindi una buona comprensione della base legislativa può aiutare a comprendere, chiarificare e strutturare i dati.
  2. Analisi approfondita della disponibilità dei dati, della loro quantità e qualità. Questo aspetto è fondamentale per capire quanto siano affidabili i dati, quali indicatori possono essere applicati e come utilizzare i risultati dell'analisi.

Lo strumento Tenders GURU è attualmente disponibile per l'utilizzo in Ungheria, Polonia, Romania e Spagna. Il team di progetto ha ricevuto la candidatura dell'Italia per l’inclusione nel progetto, tuttavia, i problemi di valutazione della qualità disponibile dei dati non consentono di aggiungere l'Italia al progetto in questa fase.

Una volta finalizzato, la natura gratuita e open-source del portale Tenders GURU consentirà una facile trasferibilità della pratica ad altri paesi, considerando che le condizioni per la regolamentazione e la qualità dei dati sono ben pensate. Attualmente, la e-Panstwo Foundation sta coordinando la possibile trasferibilità della pratica ad altri paesi.

 

Poland_Tenders_GURU
English
(246.15 KB - PDF)
Scarica