Skip to main content
Anti-Fraud Knowledge Centre

Contesto e obiettivi

Negli ultimi anni sono stati pubblicati numerosi studi e analisi sui legami tra appalti pubblici e corruzione.

Tuttavia, i giornalisti e le ONG in Ungheria desiderosi di monitorare i processi di appalto pubblico hanno dovuto farlo manualmente, il che ha richiesto molto tempo per controllare le diverse banche dati sugli appalti pubblici.

Nell'ambito del progetto "Prevenzione e rilevamento di appalti corrotti tramite analisi, segnali d’allarme e follow-up", la Commissione europea ha fornito una sovvenzione a Transparency International Hungary (TI), K-Monitor e PetaByte per creare un sistema di allerta, lo strumento Red Flags, che accelera la lotta alla corruzione e identifica i rischi di frode nelle prime fasi delle procedure di appalto pubblico.

Lo strumento Red Flags è stato creato nel 2015 ed è stato in parte ispirato alle funzionalità dello strumento ARACHNE, che non è aperto al pubblico. Lo strumento Reg Flags è pubblico e adattato al processo di appalto pubblico ungherese. Consente il monitoraggio dei processi di approvvigionamento e la loro implementazione da parte dei giornalisti o di qualsiasi persona interessata. Pertanto, mira a migliorare la trasparenza degli appalti pubblici in Ungheria e a sostenere la lotta contro gli appalti corrotti.

Lo strumento controlla i documenti di appalto e segnala le circostanze rischiose con particolare attenzione alla prevenzione e agli allarmi precoci. Sebbene rischioso non significhi corruzione e lo strumento non misuri la corruzione, i documenti di appalto contrassegnati possono essere controllati e i casi vengono resi pubblici se è stato identificato un rischio grave.

Descrizione della pratica

Lo strumento Red Flags è uno strumento completamente basato sul web e open source. Ogni giorno, controlla automaticamente i documenti di appalto dal Tenders Electronic Daily (TED) e contrassegna gli appalti rischiosi applicando algoritmi speciali. È stato promosso tramite la rete del team del progetto (ad es. TI Ungheria) ed è utilizzato principalmente da giornalisti e organizzazioni della società civile.

Il TED è il portale online dell'UE che pubblica avvisi di appalti pubblici e avvisi di aggiudicazione di appalti. È una piattaforma di dati aperti. Rispetto al portale ungherese degli appalti pubblici, che è stato modificato più volte negli ultimi anni, il TED è molto più stabile. È stato scelto per questo motivo come base per lo strumento Red Flags, per evitare modifiche regolari e costose dello strumento. Ciò limita, tuttavia, l'analisi dei contratti di alto livello al di sopra delle soglie europee.

Sulla base di ricerche e discussioni precedenti e attuali con focus group, inclusi avvocati, professionisti e pubblici ministeri, il team del progetto ha sviluppato una serie di indicatori. Questi erano basati sull'esperienza del focus group e sui tipi di corruzione che hanno incontrato.

Questi indicatori sono stati tradotti in algoritmi da un fornitore IT e testati.

Lo strumento è stato sviluppato in un periodo di due anni, durante i quali lo sviluppo e il test IT hanno richiesto circa un anno. Il budget stanziato per lo sviluppo degli strumenti è stato di circa 130.000 euro, di cui la metà per lo sviluppo IT.

Infine, sono stati trattenuti 40 indicatori per lo strumento Red Flags, di cui 31 indicatori si concentrano sugli avvisi di appalto e 9 indicatori si concentrano sugli avvisi di aggiudicazione degli appalti. A causa dell'approccio preventivo del sistema, l'esecuzione del contratto non è attualmente monitorata dallo strumento.

Gli indicatori distinguono tra bandiere rosse e bandiere rosa. Le bandiere rosse segnalano che un rischio o la potenziale violazione di un requisito legale può essere identificato sulla base di caratteristiche concrete della specifica procedura di appalto pubblico, incluse o omesse nell'avviso.

Le bandiere rosa segnalano un rischio potenziale sulla base di informazioni generali o rischi identificati in precedenza nel mercato degli appalti pubblici in relazione all'avviso fornito. Le bandiere rosa non sono quindi il risultato di una valutazione della procedura in sé, ma aggiungono dettagli al quadro, come informazioni sul fatto che l'amministrazione aggiudicatrice sia stata precedentemente condannata con sentenza definitiva per reati di appalto pubblico o quale reputazione abbia nel mercato. Anche la questione delle potenziali attività del cartello e delle informazioni e dei dati aziendali collegati agli attori economici vincitori viene valutata per le bandiere rosa.

Esempi di indicatori per i bandi di gara sono:

  • Accordi quadro con un offerente (bandiera rossa):

Sebbene legalmente consentito, un ampio accordo quadro esclude la concorrenza per un periodo più lungo.

  • Valore totale stimato dell'accordo quadro (alto) (bandiera rossa):

Il rischio potenziale è legato all'entità del premio e la bandiera rossa viene emessa per premi superiori a 1,5 miliardi di HUF (circa 4,2 milioni di euro) per lavori e superiori a 1 miliardo di HUF (circa 2,8 milioni di euro) per beni e servizi.

  • Oggetto dell'appalto pubblico (rischio cartello) (bandiera rosa):

Questo rischio potenziale non può essere dedotto dai dati della procedura specifica, ma piuttosto dalle attività passate di determinati attori di mercato. Dopo un riesame delle decisioni finali dell'autorità garante della concorrenza ungherese, oggetti specifici di avvisi come la costruzione di strade, la costruzione di binari ferroviari o lo sviluppo di sistemi informatici sono stati classificati come potenziali rischi di cartello e quindi bandiere rosa.

Esempi di indicatori per i bandi di gara sono:

  • Procedure senza previa pubblicazione (bandiera rossa):

La legge sugli appalti pubblici (in conformità con i regolamenti dell'UE) rende possibile il ricorso a questo tipo di procedura solo se esistono determinate condizioni. La sua trasparenza è per lo più garantita a posteriori sulla base dei dati nell'avviso di aggiudicazione dell'appalto che di per sé comporta dei rischi.

  • Numero di offerte ricevute (basso) (bandiera rossa):

Questo indicatore segnala meno di tre offerte ricevute in una procedura, il che significa che la concorrenza è a un livello basso nella procedura o completamente assente.

  • Attori economici vincenti - informazioni correlate (bandiera rosa):

Questo segnale indica che esiste un potenziale rischio basato sulle attività precedenti e sui dati aziendali degli offerenti, ad esempio gli offerenti sono stati bloccati (dall'autorità per gli appalti pubblici); gli offerenti sono stati condannati per coinvolgimento in un cartello (dall'autorità garante della concorrenza ungherese); “aziende con stretti legami con il partito”; “aziende regolarmente vincenti”; società di nuova costituzione; eccetera.

L'algoritmo abbina dei segnali agli avvisi che sono stati identificaticome rischiosi. Lo strumento elenca tutti gli avvisi e l'utente può controllare le bandiere rosse e rosa facendo clic sulla bandiera corrispondente accanto a un avviso. Gli utenti possono anche iscriversi a segnali specifici e ricevere notifiche, oppure filtrare le informazioni per cercare specifiche amministrazioni aggiudicatrici, intervalli di valori o vincitori.

Lo strumento è regolarmente monitorato e mantenuto da un team di 5 persone. In media, 20 persone controllano lo strumento ogni giorno con 700-800 utenti registrati.

Se un rischio di corruzione è ritenuto grave, il team pubblica informazioni sui social media o sui giornali per sensibilizzare sul caso. In alcuni casi, contattano anche l'amministrazione aggiudicatrice con richieste di informazioni supplementari. Lo strumento e i suoi risultati non sono tuttavia utilizzati ufficialmente dalle agenzie governative né comunicati ai pubblici ministeri o alla polizia.

Una società IT viene assunta ad hoc quando sono necessarie delle modifiche. Dalla creazione dello strumento nel 2015, non sono state apportate modifiche di rilievo e il team del progetto si è concentrato sulla manutenzione dello strumento, compreso l'adattamento legato alle modifiche legali (ad esempio soglie europee per i fondi UE, le direttive dell'UE). La manutenzione annuale costa circa 1.000 euro.

 
 

Caratteristiche uniche

  • Basato sul web e open source
  • Aggiornamento quotidiano delle informazioni dal TED
  • Valutazione di avvisi per produrre bandiere rosse, e di informazioni complementari sulle parti coinvolte per produrre bandiere rosa
  • Configurazione individuale tramite l'utilizzo di filtri e abbonamenti
  • Adattabile ad altri paesi tramite l'utilizzo di avvisi UE.

Esiti e risultati

Grazie a questo strumento, diversi casi di frode sono stati individuati e segnalati dai media.

I casi non hanno portato ad alcuna indagine e il governo non ha intrapreso alcuna iniziativa per modificare le procedure di appalto pubblico. Tuttavia, lo strumento è importante per aumentare la consapevolezza e possibilmente per prevenire le pratiche di corruzione.

I principali fattori principali del successo

  • L'utilizzo degli avvisi del TED rende lo strumento stabile
  • Algoritmi basati sull'esperienza reale di corruzione nel paese
  • Monitoraggio regolare delle bandiere rosse e rosa da parte di K-Monitor
  • Facilmente adattabile per aggiungere nuovi indicatori

Sfide incontrate e lezioni apprese

  • Mancanza di sostegno da parte del governo per lo sviluppo dello strumento
  • I rischi sono resi pubblici ma non è garantito il seguito da parte dei pubblici ministeri o della polizia
  • L'utilizzo del TED limita gli avvisi analizzati in termini di soglia
  • Accesso limitato o nullo ad altre banche dati, ad esempio registro delle società, autorità fiscali o persone pubblicamente esposte

Potenziale di trasferibilità

Qualsiasi paese può implementare e beneficiare di uno strumento simile. Lo stesso strumento Red Flags è flessibile e facilmente adattabile all'ambiente di altri paesi.

Lo strumento si basa principalmente sugli indicatori ungheresi di corruzione forniti dai focus group. Un paese che vuole replicare lo strumento dovrebbe definire i propri indicatori di corruzione.

Alcuni paesi potrebbero persino includere e analizzare più informazioni se hanno accesso ad altri database esterni.

Hungary_Early_Warning_red_flags
English
(99.37 KB - PDF)
Scarica