Skip to main content
Anti-Fraud Knowledge Centre

Rafforzamento delle capacità analitiche al fine di garantire la tutela degli interessi finanziari dell'UE

Contesto e obiettivi

Lo Special Investigation Service (STT) è stato creato nel 1997 come principale ente anti-corruzione lituano. È diventato un'istituzione indipendente per l'applicazione della legge nel 2000, sotto la responsabilità diretta del Presidente e del Parlamento della Repubblica di Lituania. In qualità di organismo preposto all'applicazione della legge, svolge attività di intelligence e indagini criminali, rilevando e analizzando i reati di corruzione, nonché sviluppando e attuando misure di prevenzione della corruzione. Sta anche lavorando per l'educazione e la sensibilizzazione contro la corruzione.

L'STT presenta la propria relazione annuale al parlamento e pubblica regolarmente all'attenzione del parlamento, di parti interessate specifiche o del pubblico in generale, relazioni relative ai casi di corruzione rilevati o ai rischi di corruzione. Tali relazioni costituiscono la base per migliorare leggi e regolamenti e supportano anche le indagini penali.

Nel 2018 è stata istituita una nuova funzione all'interno dell'STT: il dipartimento di intelligence analitica anti-corruzione. È composto da una divisione di analisi strategica, una divisione di analisi tattica e una divisione di analisi operativa. Mentre le attività di analisi dell’STT, in precedenza, si concentravano sul fornire supporto operativo all'intelligence e alle indagini criminali, la nuova funzione ha adottato un approccio più preventivo. Sapendo che le indagini richiedono molto tempo e spesso sono costose, la funzione mira a rilevare i rischi di corruzione prima che si verifichino crimini e danni.

A tal fine, l’STT ha acquistato e adattato diversi sistemi IT, e ha formato il proprio personale sul loro utilizzo e programmazione.

L'obiettivo generale è rafforzare la gestione del rischio di corruzione basata sui dati, sviluppando un modello di analisi dei big data che fornisce un'identificazione e un'analisi più efficaci e tempestive dei rischi di corruzione, al fine di prevenire la manifestazione di reati correlati alla corruzione. Consente l'analisi dell'enorme quantità di dati a disposizione dell'STT in modo più efficiente e di migliore qualità, nonché vari tipi di analisi, inclusa la visualizzazione di una varietà di dati in diversi formati, che finora non era possibile.

 

Descrizione della pratica

L'STT ha applicato e ottenuto finanziamenti nell'ambito del programma HERCULE III dell'Ufficio europeo per la lotta antifrode (OLAF) con l'obiettivo di migliorare il proprio sistema informativo analitico, nonché le capacità analitiche degli addetti per rilevare i rischi di corruzione e la sua manifestazione. Di conseguenza, il sistema aiuta a proteggere gli interessi finanziari degli Stati membri e dell'Unione europea dalla corruzione. Il finanziamento di circa 450.000 € è stato concesso a dicembre 2018.

Il sistema è stato sviluppato nei 12 mesi successivi. Il suo sviluppo è stato avviato da tre riunioni con:

  • esperti delle istituzioni responsabili della gestione, amministrazione e attuazione dei programmi strutturali UE,
  • istituzioni preposte all'applicazione della legge, il National Audit Office, l'Ufficio per gli appalti pubblici, l'Ispettorato fiscale statale, il Consiglio della concorrenza, la Commissione etica ufficiale principale,
  • università e ONG.

Alle discussioni hanno partecipato in totale 46 rappresentanti di 24 diverse istituzioni, che successivamente sono stati invitati a partecipare al seminario internazionale di chiusura del progetto.

Queste discussioni avevano lo scopo di capire quali rischi di corruzione potessero essere individuati precocemente sulla base dell'esperienza dei partecipanti e del personale dell'STT, e quali sistemi o pratiche erano giù adottati dalle diverse istituzioni. Attraverso queste discussioni, l'STT ha definito la configurazione tecnica del sistema e imparato dalle conoscenze e dagli errori degli altri. Lo scambio ha inoltre consentito alle altre istituzioni di fornire all'STT informazioni sul tipo di analisi che avrebbero ritenuto utile, e su come l'STT potrebbe essere in grado di supportarle in futuro.

Inoltre, l'STT ha eseguito un'ampia analisi di mercato per identificare i programmi software esistenti che potrebbero soddisfare le proprie esigenze senza dover sviluppare un nuovo programma. Di conseguenza, ha acquistato vari software di analisi e visualizzazione, ad esempio software di analisi associativa visiva (IBM Cognos Analytics), sistema di informazioni geografiche (ArcGIS), software di analisi del testo (MaxQDA) e software di automazione e gestione dei processi analitici (IBM Business Automation Workflow). Al fine di rimanere indipendente da eventuali fornitori ed evitare costi di manutenzione o modifiche al software, l’STT ha formato i propri dipendenti tecnici sull’utilizzo e la riprogrammazione dei software acquisiti.

L'intero progetto è stato gestito da 2 gruppi, il “gruppo esecutivo di gestione del progetto” e il “gruppo di lavoro del progetto”, il primo era responsabile del coordinamento e il secondo dell'implementazione. In totale, sono state coinvolte circa 15 persone, di cui 5 rappresentavano il “core working team” (2 persone del dipartimento di intelligence analitica anti-corruzione, 2 del dipartimento IT e 1 della divisione pianificazione).

Il sistema sviluppato raccoglie dapprima i dati da oltre 60diversi database statali e non pubblici (registri e sistemi informativi), compresi ad esempio informazioni su contratti e procedure di appalto pubblico, registri catastali, o dal sistema europeo di gestione e supervisione delle informazioni di supporto strutturale computerizzato in cui sono archiviati tutti i dati finanziari e amministrativi relativi ai progetti finanziati dall'UE, ecc. I dati possono poi essere analizzati dall'STT utilizzando diversi programmi software che consentono analisi visive, geografiche o testuali e consentono quindi di rilevare i rischi di corruzione e gli eventuali schemi in modo più rapido ed efficace.

Idati non vengono sottoposti regolarmente a screening per i segnali d’allarme, mentre i dipendenti dell'STT hanno ciascuno la propria area di competenza specifica da esaminare, ad esempio sanità, appalti pubblici, pianificazione e costruzione territoriale, settore dei trasporti e delle comunicazioni, comuni, ecc. La divisione di analisi strategica dell'STT è focalizzata sui rischi sistemici nazionali, la divisione analisi tattica è alla ricerca dei rischi nelle istituzioni, mentre la divisione di analisi operativa si occupa dei rischi rappresentati dagli individui.

I dipendenti eseguono analisi sui datiforniti per individuare relazioni che impongono rischi di corruzione, testare ipotesi o verificare attività fraudolente precedentemente rilevate in altri casi nazionali, in altri paesi o che vengono identificate mediante l'integrazione di più fonti di dati. Se notano un certo modus operandi, analizzano ulteriormente se rappresenta una anomalia una tantum o un fenomeno sistematico che si manifesta anche in altri casi.

Ad esempio, l'STT è stato in grado di creare un dashboard con dati aggregati sul numero di fondi coinvolti in progetti amministrati da diverse istituzioni pubbliche. Ciò ha permesso di vedere che in alcune istituzioni la maggior parte dei progetti andava a poche aziende. L’STT ha informato i soggetti responsabili autorizzati a prendere decisioni in merito alla riduzione e alla prevenzione della corruzione in una determinata istituzione, settore o nazione sui rischi rilevati, ed ha inoltre effettuato verifiche sui singoli progetti.

Al fine di supportare la propria intelligence analitica contro la corruzione, l'STT può anche richiedere informazioni finanziarie alle banche su specifiche persone giuridiche nel caso di sospette attività illegali. Queste informazioni possono essere richieste anche senza un'indagine ufficiale in corso. Tuttavia, le informazioni finanziarie relative alle persone fisiche possono essere ottenute solo dopo l'apertura dell'indagine.

Oltre a questo approccio di analisi preventiva dei dati, gli analisti possono essere contattati anche da altri reparti dell’STT con richieste di assistenza sia per indagini in corso che per approfondimenti su tematiche specifiche. In un caso specifico, nell'ambito di un'indagine penale in corso dell’STT, è stato chiesto al dipartimento di intelligence analitica anti-corruzione di indagare su un ospedale con un processo di appalto pubblico sospetto non trasparente. Si è scoperto che le persone giuridiche che agivano come sponsor dell'ospedale erano le stesse che ricevevano gli appalti pubblici. Gli analisti hanno quindi verificato rischi simili nel settore sanitario, concentrandosi sui rapporti tra sponsorizzazioni e aggiudicazioni di appalti pubblici e hanno potuto identificare ulteriori casi. Le informazioni sono state pubblicate in un rapporto e presentate al Parlamento, al Ministero della Salute e al pubblico. Di conseguenza, sono state apportate modifiche legislative per aumentare la trasparenza nelle aree delle procedure di appalto pubblico ed è stato sviluppato un quadro per fornire e ricevere beneficenza e sponsorizzazioni, nonché la sua contabilità e controllo per rafforzare la pro-attività del settore pubblico nella gestione conflitto di interessi.

Come risultato del proprio lavoro, l'STT emette relazioni sui rischi identificati nel sistema, legati a istituzioni, processi, eventi e persone, e informa in tal modo i decisori per le politiche/leggi anti-corruzione. Forniscono inoltre informazioni ai propri dipartimenti interni di intelligence criminale e investigativa, a supporto delle indagini, e ai dipartimenti di prevenzione della corruzione e di educazione alla lotta alla corruzione, per adattare le proprie misure.

 

 

Caratteristiche uniche

  • Organismo anti-corruzione indipendente che, insieme a una funzione di applicazione della legge, svolge anche attività di prevenzione della corruzione e formazione anti-corruzione, e che utilizza modelli di analisi dei big data per l'elaborazione di politiche anti-corruzione basate su prove
  • Accesso a enormi quantità di dati per analizzare e verificare se un dato rischio si è ripetuto in altre parti del paese o in altri settori
  • Approccio preventivo all'analisi dei dati per rilevare tempestivamente i rischi di corruzione
  • Stretta collaborazione con i legislatori per migliorare il quadro giuridico

Esiti e risultati

I risultati tangibili includono:

  • Miglioramento del lavoro dell'STT, consentendo analisi più efficienti ed efficaci
  • Aumento del numero di relazioni presentate al pubblico e al parlamento rispetto al periodo precedente al 2018
  • Invio di informazioni ai responsabili delle decisioni in modo più tempestivo, più concreto e più comprensibile, ovvero utilizzando un software di visualizzazione
  • Individuazione di falle nelle leggi, ad esempio regolamenti che favoriscono pratiche di appalti pubblici opache, e approfondimenti su come modificare il quadro normativo e istituzionale
  • Capacità di rispondere più rapidamente alle richieste di assistenza
  • Individuazione di potenziali casi di conflitti di interesse, corruzione e collusione
  • Invio di dati per misure anti-corruzione basate su prove (a livello STT e nazionale)

 

Risultati attesi a lungo termine:

  • Ridurre i rischi e le minacce di corruzione per quanto riguarda gli interessi finanziari dell'UE
  • Diminuire la frequenza dei casi di corruzione effettivi
  • Limitare il danno agli interessi finanziari nazionali e comunitari
  • Migliorare la consapevolezza e la cultura dell'integrità nel settorepubblico e privato

 

I principali fattori del successo

  • Team interdisciplinare che unisce persone del dipartimento di intelligence analitica anti-corruzione e del dipartimento IT dell'STT
  • Collaborazione e scambio con altre istituzioni per capire quali sistemi utilizzano e quali rischi di corruzione incontrano
  • Collaborazione costante con professionisti, università e ONG su rischi di corruzione, necessità di indagini e necessità di miglioramento nelle analisi e nelle relazioni fornite
  • Volontà politica di combattere la corruzione, espressa ad esempio nell'ampio accesso ai database e alle informazioni finanziarie di cui dispone l'STT

 

Sfide incontrate e lezioni apprese

  • Fondamentale per eseguire un'analisi di mercato approfondita sul tipo di sistemi già esistenti e che potrebbero essere utilizzati
  • Non è necessario sviluppare una soluzione interna poiché esistono già numerosi software efficaci
  • Importante per garantire che il software possa essere integrato con successo nella piattaforma IT esistente
  • Fondamentale per formare i dipendenti non solo nell'utilizzo dei software ma anche nel loro adattamento
  • La protezione dei dati deve essere considerata durante tutte le parti del progetto

Potenziale di trasferibilità

Il successo del sistema di analisi dell’STT si basa, da un lato, sull'esistenza dello stesso come istituzione in primo luogo. Attualmente, nella maggior parte dei paesi europei non esiste un tale organismo anticorruzione indipendente, che indaga e pubblica rapporti sulla corruzione basati sui dati.

D'altra parte, il sistema può funzionare solo perché l'STT ha accesso a numerosi registri di proprietà statale e può accedere a determinate informazioni finanziarie anche senza un'indagine in corso. Nella maggior parte degli altri paesi europei ciò non è possibile.

Tuttavia, il concetto di sistema di informazione dell’STT è ancora trasferibile fintanto che è integrato nell'assetto istituzionale e giuridico di un altro Stato membro. Altri paesi potrebbero anche utilizzare diverse fonti di dati disponibili per rilevare relazioni sospette, modelli ricorrenti o anomalie, e indagare sui rischi di corruzione prima che si verifichino dei crimini. Potrebbero ispirarsi all'esempio dell'STT.

 

Lithuania_Special_Investigation_Service
English
(97.42 KB - PDF)
Scarica